clicca sull’immagine per maggiori informazioni

Oddone Sangiorgi Curatore BRERART

L’ARTE SI PUO’ MANGIARE?

Secondo i futuristi la cucina riveste un ruolo molto importante nella vita delle persone, tanto da dover essere equiparata alle arti più ‘nobili’, come la letteratura e le arti figurative (del resto Carlo Carrà, nel 1913, scrisse proprio il Manifesto della pittura di suoni rumori e odori); nel Manifesto è scritto …Pur riconoscendo che uomini nutriti male o grossolanamente hanno realizzato cose grandi nel passato, noi affermiamo questa verità: si pensa si sogna e si agisce secondo quel che si beve e si mangia…l’arte si può anche mangiare? In questo caso l’arte non si offre più solo allo sguardo, ma anche al tatto ed alle papille gustative. Nel 1961 l’artista Daniel Spoerri, partecipò allo sviluppo della corrente artistica della Eat Art, dove le creazioni andavano a mettere in evidenza il cibo e le nostre attitudini alimentari. Trasformò una drogheria in galleria, dove si comprava del cibo etichettato “attenzione opera d’arte”.
Alcuni anni dopo apriva il Restaurant Spoerri, dove venivano serviti piatti bizzarri, quanto orripilanti: ragù di pitone, bistecca di proboscide, formiche alla griglia…

Brucia il FUOCO dell’Arte, accende gli Animi ed i Fornelli

Roberto Luise Presidente dell’ Associazione CIBARTISTI e di TAOB e  Oddone Sangiorgi

L’ interpretazione dei futuristi della cucina, rivive nel Manifesto dell’ Associazione Cibartisti e nel loro operato. I Cibartisti sono artieri (nuovi alfieri del confronto tra arti e sensi ) del prossimo millennio, in cui il cibo, interpretato come arte plastica, coinvolge tutti i sensi. 

“ L’associazione CIBARTISTI è composta da Artisti di diverse discipline che esprimono la loro Arte senza sentirsi vincolati a conformare le proprie opere e il proprio pensiero bensì con una tendenza espressiva, un orientamento formale e ideologico, e con un tratto distintivo di sé che li differenzia dagli altri.Sono Artisti che plasmano i prodotti dell’agroalimentare, prevalentemente “made in Italy”, in opere e installazioni, concettualizzando l’unicità dei prodotti naturali in forme d’Arte. Sono Cuochi, che manifestano con i propri piatti le loro emozioni artistiche, con immagini grafiche e pittoriche ispirate. I Cibartisti rappresentano una nuova corrente culturale multidisciplinare che fonde arti, gastronomia e beverage valorizzando e amplificando l’esperienza multisensoriale- vista, udito, gusto, tatto e olfatto, dello spettatore, per una rinnovata consapevolezza della bellezza. “

( Hestetika )